NEWS

BIOLOGICO, A CHE PUNTO SIAMO? LA PAROLA A RICCARDO FUSER

BIOLOGICO, A CHE PUNTO SIAMO? LA PAROLA A RICCARDO FUSER

Cos’è per noi oggi il biologico e a che punto siamo? L’abbiamo chiesto a Riccardo Fuser, socio del Consorzio Funghi di Treviso e proprietario delle aziende agricole Funghi D’oro e Funghi di Quero. Giovane e appassionato, con i suoi soli 30 di età, all’interno della OP è sicuramente il più innovatore e sperimentatore. Ecco cosa ha rivelato sulla produzione biologica.

Da quando OP Consorzio Funghi di Treviso ha iniziato a produrre funghi bio?

Abbiamo iniziato nel 2017 con la fungaia GF di Giorgio Grespan e con Funghi di Treviso Sas. Ag. di Istrana, poi da giugno 2019 abbiamo proseguito con Funghi D’Oro e Funghi di Quero. Attualmente stiamo producendo champignon bruno biologico (da giugno 2020) e champignon bianco (da settembre 2020).

Qual è stato il motivo che ha spinto questa scelta? 

È un’esigenza nata dai nostri clienti e consumatori, che cerchiamo sempre di soddisfare. In più crediamo che produrre biologico, oltre che salutare, sia una grande sfida da intraprendere. Di fatto già produciamo seguendo il disciplinare Fungo Certificato Italiano (utilizzo del 50% dei prodotti ammessi), ma stiamo da tempo applicando in alcune fungaie i disciplinari relativi alla produzione a Residuo ZERO.

Quali sono le differenze tecniche tra produrre bio e convenzionale?

La differenza tra bio e convenzionale sta nella fase di coltivazione e raccolta, oltre alla massima pulizia, ordine e al rispetto rigoroso delle normative per cercare di avere meno rischi di contaminazione possibile sia all’interno che all’esterno delle stanze.

Hai svolto dei corsi di formazione per la tecnica di coltivazione?

Siamo in continuo aggiornamento e cerchiamo di essere sempre al passo con le nuove tecniche di coltivazione. Siamo infatti in costante contatto con tecnici ed esperti a livello europeo e mondiale e abbiamo fornito un’adeguata formazione a tutto il personale coinvolto nella filiera del Bio, nelle aziende e nel centro di confezionamento, sia per il carico, la raccolta e la manipolazione. Questo perché le norme in fatto di biologico sono davvero molto severe e basta un minimo errore per compromettere la coltivazione. Questo importante lavoro di formazione ci ha permesso di operare nel rispetto delle norme previste, anticipatamente all’inizio ufficiale della coltivazione Biologica con ispezioni interne da parte dell’ente certificatore.

Quali costi avete sostenuto per la produzione biologica?

La materia prima (composto/farine) per produrre un fungo biologico certificato è molto costosa (circa 40 % in più) soprattutto per lo champignon Bianco. Sono poche le aziende che producono composto bio per le varietà Bianco e Bruno. In Europa la maggior parte dei fungicoltori certificati bio produce esclusivamente Bruno. Da qualche anno anche noi con il Bruno forniamo distributori tedeschi e danesi. Inoltre nelle stanze di produzione del biologico la terza volata non viene raccolta, di conseguenza la produzione si riduce circa del 25%, per una minore quantità vendibile. Purtroppo molto prodotto biologico viene venduto declassato: la richiesta del biologico a oggi non supera il 10% per stanza, sarebbe diverso se ci si impegnasse a ritirare almeno il 70-80% della produzione della medesima.

Cosa consiglieresti agli altri soci della OP e cosa ti aspetti per il futuro?

Mi aspetto che in futuro sia più facile ed economico produrre biologico. Al momento stiamo facendo da apripista e mi auguro che col tempo il mercato dia la possibilità di aumentare la produzione bio anche agli altri soci. Molto dipende anche dalle vendite, e da quanto questa tipologia di prodotto riuscirà a inserirsi tra le referenze alto vendenti. Sicuramente una buona comunicazione da parte dei supermercati per aumentare la consapevolezza nei consumatori può fare la differenza. Il Consorzio ha la forza e il dinamismo e lo sta dimostrando, di interagire direttamente con le produzioni. Noi ci siamo, ci crediamo e siamo convinti che la strada sia in salita, ma che con la nostra esperienza, possiamo sviluppare proposte commerciali interessanti per il consumatore finale.

Vuoi saperne di più?

Contattaci subito!

Le ultime news

Recent Posts

Ultime da Facebook

Funghi di Treviso

O.P. Consorzio Funghi di Treviso s.c.a.p.a.
Via Martiri della Libertà, 31
31036 Istrana (TV) – Italy
P.I. 03419220268

Certificazioni
Global G.A.P.

IFSCSQA